Forum per la pace e la nonviolenza, Germignaga

Nell’ambito della 2ª Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza si è tenuto nella Colonia Elioterapica di Germignaga il 15° Forum per la Pace e la Nonviolenza.

Se per il 15° Forum della Pace si volesse scegliere un’immagine rappresentativa questa sarebbe sicuramente un raggio di sole: quel raggio che, all’apertura del Forum, avvenuta nel pomeriggio di sabato 16 novembre. nella sede della Colonia Elioterapica di Germignaga (VA), ha illuminato un cielo piovigginoso e grigio.

Coordinato da Maria Terranova dell’Associazione dei Costruttori di Pace.

Il forum, coordinato dall’attivissima Maria Terranova dell’Associazione dei Costruttori di Pace in collaborazione con

  • Il Comitato Promotore della Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza dell’Alto Verbano
  • La comunità operativa dell’Alto Verbano
  • L’associazione Aurora
  • La Corte del Brenta
  • Mani senza frontiere
  • Pressenza
  • Sogni acustici
  • Il gruppo di danza popolare
  • La compagnia Makana e Ekonè

Il forum è entrato subito nel vivo con un’emozionante cerimonia della pace.

Con le bandiere di tutte le nazioni posizionate sul tavolo, ogni partecipante ne ha ricevuta una da Martina Bonetti, invocando ad alta voce, insieme agli altri presenti, la pace nella nazione rappresentata dalla bandiera.

Tutte le bandiere sono state posizionate poi intorno una piccola stele con la scritta, in diverse lingue, “Che la Pace regni sulla Terra“.

Nello stesso momento, nel cielo, appariva, come per magia, la bandiera più universale al mondo: un meraviglioso arcobaleno.

Cerimonia di premiazione XV Concorso internazionale di poesie, vignette e racconti di pace

Successivamente è avvenuta la premiazione dei vincitori del 15° concorso internazionale di poesie, vignette e racconti di pace, quest’anno ancora più ricco di premi, dall’autore più anziano di 96 anni al più giovane, di 6 anni.

La lettura delle poesie e dei racconti primi classificati è stata intervallata dagli interventi del Sindaco di Germignaga, Marco Fazio, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Luino Pier Marcello Castelli e dalle intense interpretazioni musicali degli Acoustic Dreams, da Blowing in the wind di Bob Dylan, a Fiume sand creek ed Il pescatore di De Andrè, da Seconda stella a destra di Bennato fino a Imagine di John Lennon.


Dopo una breve pausa, costituita da una merenda equosolidale (offerta da Gim Terre di Lago, la Banca del Tempo di Luino, le associazioni Aurora, Aisu, Costruttori di Lago e Dsa) si è passati alla presentazione della Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, che, partita il 2 ottobre scorso da Madrid, toccherà tutti i continenti del pianeta ed arriverà a Varese e nell’Alto Verbano il 1° marzo 2020.

Proiezione del documentario “L’inizio della fine delle armi nucleari”.

Di seguito è stato proiettato il toccante documentario di Pressenza “L’inizio della fine delle armi nucleari “, un auspicio ed una speranza, oltreché una necessità e una spinta per i governanti di tutti i paesi che ancora non hanno ratificato il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari.

Il forum è poi proseguito domenica 17 novembre con cinque intensi minuti iniziali di meditazione a cura di Rosaria Torri e con interessantissimi laboratori di Mandala di gratitudine per la Madre Terra. con Martina Bonetti e di Mosaici con Arend.

Dopo la merenda equosolidale è stata ripresentata la Seconda Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza e proiettato un brevissimo video sul ciclo di conferenze “La moltitudine inarrestabile: Storie dal Nuovo Mondo“, che partirà venerdì 6 dicembre e proseguirà a cadenza mensile sempre all’ex Colonia elioterapica di Germignaga.

Si è conclusa con un bellissimo momento di danze popolari

Il forum si è quindi concluso con un bellissimo momento di danze popolari, guidato dal maestro Franco Reggiori, perché la pace è anche gioia di vivere e la vita è movimento, battito e armonia.

Il XV Forum della Pace è stato promosso dalla Provincia di Varese, dalla Comunità Montana Valli del Verbano e dai comuni di Brezzo di Bedero, Cremenaga, Germignaga, Luino e Maccagno con Pino e Veddasca.

Nella giornata di domenica è stato presente anche un banchetto di prodotti artigianali del terzo settore colombiano, gestito da Leonardo Valderrama della ditta Makana e uno dei libri di pace della Casa editrice Costruttori di Pace.

Nel corso delle due giornate si sono raccolti 100 euro di offerte da destinarsi al Progetto “Sostegno studenti artigiani senza risorse” di Lira (Uganda)


Testi di: Lucia Spezzano
Fotografia: Giuseppe Politi

0/5 (0 Reviews)

Cuéntanos tu opinión

avatar
  Subscribe  
Notificami
Share This