La Marcia Mondiale nel Pireo, Grecia

La Peace Boat ha attraccato al Pireo, in Grecia ed ha ospitato la presentazione della 2ª Marcia Mondiale in una delle sue sale, davanti a un pubblico numeroso, ad associazioni ed autorità.

Mercoledì 13 novembre, in una sala della Peace Boat, ancorata nel porto del Pireo in Grecia, è stato proiettato, alla presenza di giornalisti e attivisti, il documentario di Pressenza “L’inizio della fine delle armi nucleari”.

Gli oratori e i partecipanti hanno sottolineato l’importanza della pressione popolare e della società civile per raggiungere l’obiettivo del disarmo nucleare.

Hanno esortato il governo greco a firmare e ratificare il Trattato delle Nazioni Unite per la proibizione delle armi nucleari.

Nikos Stergiou ha invitato il governo greco a firmare il TPAN

Uno degli organizzatori dell’evento, Nikos Stergiou, presidente della sezione greca dell’organizzazione Mondo senza Guerre e senza Violenza, ha presentato la 2ª Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza. Una delle sue richieste principali è l’entrata in vigore del Trattato per la proibizione delle armi nucleari.

Ha invitato il governo greco a firmare il trattato e ha concluso dicendo:

“Vi invitiamo a partecipare in questo momento storico dell’umanità e a diventare ambasciatori di un futuro senza armi nucleari, come hanno già fatto migliaia di persone in tutto il mondo.

In questo sforzo nessuno dev’essere lasciato indietro, ma anche la voce più debole ha molto peso sulla coscienza dell’umanità.”

Trevor Cambell della Peace Boat ha informato sul programma Hibakusha

Trevor Cambell del Peace Boat ha illustrato al pubblico il programma Hibakusha, che invita i sopravvissuti delle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki a condividere le loro storie per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti delle armi nucleari.

Grazie a questo programma i partecipanti hanno potuto incontrare una Hibakusha, Sakashita Noriko, sopravvissuta alla bomba atomica di Hiroshima.

Sakashita Noriko ha parlato della sua esperienza delle armi nucleari con una struggente poesia.

Anche Freddy Fernandez ha partecipato all’evento

All’evento ha partecipato anche l’ambasciatore in Grecia del Venezuela, Freddy Fernandez.

La presenza dell’ambasciatore è stata molto significativa perché il Venezuela è uno dei 33 paesi che hanno firmato e ratificato il Trattato.

Freddy Fernandez ha manifestato le preoccupazioni del suo paese per lo sviluppo e la produzione di nuove armi nucleari e ha espresso il suo fermo sostegno a un mondo di pace, amicizia e cooperazione.

Alla fine ha denunciato il tragico colpo di stato in Bolivia, uno stato fratello del Venezuela.

L’evento si è concluso con proposte di nuove azioni e di nuove proiezioni del documentario avanzate dai partecipanti al fine di dare rilevanza in Grecia al tema del Trattato di Proibizione delle armi nucleari.


Ringraziamo Pressenza International Press Agency per aver dato spazio a questo evento.

0/5 (0 Reviews)

Cuéntanos tu opinión

avatar
  Subscribe  
Notificami
Share This